Classic | 2 persone 

STANZA DEL FIENO  >>
Quando entro in questa stanza il profumo della natura vibrante mi entra nel naso, nel corpo, nelle vene. Questa è una stanza che va sentita, toccata, annusata. È avvolgimento, semplicità. C’è il profumo del fieno in cui si ha voglia di rotolarsi con l’amato o con l’amata. È un luogo da vivere.

STANZA DELLE MERAVIGLIE  >>
Questa è la stanza della celebrazione assoluta della diversità, dell’esplosione dell’inconsueto e straordinario. Ogni oggetto è uno stupore. Ha una bellezza in sé, è il mondo dei bambini che si stupiscono di ogni cosa. Un circo, un posto immaginifico, una fiaba.

STANZA ZEN >>
Questa è la stanza del silenzio. Dell’ascolto. Del respiro. Oltre ogni parola. Ti immergi nella quiete della pace. Ti adagi sul tuo sé profondo. Ti espandi e voli in uno spazio infinito senza spazio e senza tempo. Il volo dell’anima. Celebrazione dell’essenza del corpo.

Superior | 2/3 persone 

STANZA DEL FERRO >>
Questa stanza racconta quella parte dello spirito umano che ciascuno deve forgiare. Come il ferro, un rito di passaggio, un’iniziazione, il bambino che si fa uomo, la bellezza delle prove superate, la capacità di ogni persona di trasformare anche gli aspetti più spigolosi e rigidi della vita in bellezza.


STANZA DELLE PEONIE >>
Questa è la stanza per una coppia innamorata. Perché qui dentro c’è passione, amore, intimità, sublimità, bellezza. Ed è fiorita di peonie, carnose, sensuali, vermiglie, giallissime o candidamente bianche, tenui, pallide. È accogliente, voluttuosa, avvolgente.

 

STANZA DELLE VIGNE >>
“In vino veritas” Botti, damigiane, bottiglie, disegni di uve, lo spirito e i segreti tramandati dai monaci medievali e la visione dei filari di vigne che conducono alla chiesetta nei campi. I colori della stanza e la storia del sapore che sorprende e persiste.

Junior Suite | 2/4persone 

STANZA DELL’AMACA >>
Questa è la stanza del movimento eterno, dell’essere cullati dal tempo, dell’impossibilità di stare fermi. Nasce come la Stanza dell’Oscillazione Universale, un luogo in continuo divenire, appeso a un filo, come il letto agganciato a delle corde. 

STANZA DEL GIARDINIERE >>
In questa stanza viene voglia di coltivare l’anima, una stanza conciliante, pacificante in cui si sta bene. La stanza dell’attesa paziente che porta tranquillità, la stanza di chi pensa e coltiva il giardino. E il giardino è uno spazio di natura che riflette il mondo, un piccolo mondo di vitalità, di ordine, di amore. 

STANZA DEL FALEGNAME >>
Questa stanza è tutta di legno, materia originaria, vivente, in continua trasformazione, che può essere infinitamente riciclato. Una stanza grande, famigliare, collettiva. Si dorme nelle travi che vengono dal tetto della vecchia cascina.

STANZA ARCOBALENO >>
Tanti colori, tante bandiere di preghiera, tante icone, tante finestre, tanti letti, tante esperienze, tante vite.
Una stanza dove ritrovare la voglia di stare insieme, raccontarsi delle storie, ritornare all’allegria dell’infanzia. 

 

Suite | 2/5 persone 

STANZA DEI RICORDI >>
Rosa antico e verde prato. C’è il letto dove ho dormito da piccolo che si ricorda tutte le emozioni delle mie varie famiglie ed avventure. C’è il bagno con le tessere di mosaico. C’è l’aria di casa, l’aria della Cina e di Shanghai dove la mamma è nata, c’è commistione tra Oriente e Occidente.

STANZA DEL VIAGGIATORE >>
Ricordi di viaggi, fotografie di carovane di elefanti, deserti, barche da trasporto, mari in burrasca. Oggetti esotici e vecchi sci, foto di esploratori dei primi del novecento, contaminazioni di percorsi, epoche diverse. E molti bauli dei miei nonni. Le valigie qui dicono che un viaggio deve ancora iniziare.

Appartamento | fino a 6 persone 

CASA DEL CUSTODE >>
C’è un’aria leggera qui dentro, tutto è colore naturale di terra chiara e sabbia, i soffitti sono altissimi, le stanze sono troppo essenziali con i mobili fatti di vecchie cassette e gli armadi riscoperti in solaio. 
Colore della terra che ci custodisce e ci ospita in questo nostro viaggio.