3. Storytelling e Totem

| COMPETENZE CHIAVE | Attivazione del pensiero laterale e creativo, commitment ed engagement personale, cooperazione e integrazione.

I partecipanti saranno invitati a sviluppare un momento di storytelling personale utilizzando oggetti naturali trovati nel bosco (sassi, rami, semi, pigne…), allenando pensiero analogico, ascolto di sé e condivisione con gli altri partecipanti.

Si darà così vita ad un momento di connessione e conoscenza reciproca, funzionale allo sviluppo della fiducia, delle relazioni e della comunicazione all’interno del gruppo di lavoro.

I partecipanti saranno quindi invitati a costruire insieme un Totem, utilizzando tutti gli oggetti appena raccolti e raccontati, insieme a corde, fili di lana e nastri portati dal trainer. Il Totem, nelle popolazione indigene, è un’entità naturale o soprannaturale che ha un significato simbolico per una certa persona, clan o tribù, e che spesso viene rappresentato attraverso un manufatto che ne rappresenti l’essenza: i principi guida, i valori cuore, le priorità, i talenti e l’unicità del team.

Decodificando simbolicamente il risultato delle scelte creative e compositive, i partecipanti riconosceranno come il proprio individuale contributo  va a creare e determinare l’identità del gruppo, attraverso l’applicazione di principi di systems thinking.

Un processo simbolico capace di attivare le risorse creative più profonde del gruppo, impattando i centri della memoria a lungo termine posti nel sistema limbico, nell’amigdala e nell’ippocampo, andando a generare cambiamenti di atteggiamento e comportamento a lungo termine.

© 2019 All rights Reserved Oasi Galbusera Bianca
Rag.Soc.: Azienda Agricola Besana Gaetano Paolo – Via Giovanni Besana 2 – 23896 Sirtori (LC)
P.IVA 02432850135.

Seguici su: